Progetto parco agro-paesaggistico nord-ovest (PLIS-PLUS)



I comitati di Salviamo il Paesaggio di Inveruno e Olona Bozzente Lura stanno promuovendo un progetto per la costituzione di un parco agropaesaggistico che unisca i PLIS locali in una soluzione di continuità, che idealmente possa connettersi con il Parco Ticino, la Dorsale Verde e arrivare all’Oasi del WWF.
Negli ultimi trent’anni un quinto dell’Altomilanese è stato cementificato. Migliaia di ettari sottratti ad un uso agricolo o a funzioni boschive per ospitare nuova residenza. L’attacco della speculazione edilizia alle aree verdi e a basso valore si è fatto particolarmente virulento a Legnano e Legnanese, dove attualmente le case nuove e invendute sono quasi duemila. Evidentemente, ciò che fa gola non è tanto la vendita degli immobili quanto l’incremento di valore dei terreni, una volta ottenuto dalle amministrazioni il loro cambio di destinazione da agricolo a residenziale e commerciale. A partire dagli anni Ottanta la zona ha convertito a scopi edificatori ben il 20% del suo territorio agricolo. La proposta dei comitati di Salviamo il Paesaggio vuole creare una sorta di argine verde all’espansione del cemento. L’idea è quella di costituire un unico vastissimo parco agro-paesaggistico. Il maxi polmone verde dovrebbe connettersi con il Parco del Ticino e l’oasi del Wwf di Vanzago comprendendo i cinque parchi esistenti, che potrebbero avere un peso ben maggiore se uniti in un’unica entità territoriale. I cinque parchi sono quelli del Roccolo (che si estende fra i comuni di Arluno, Busto Garolfo, Canegrate, Casorezzo, Nerviano e Parabiago), delle Roggie (Arconate, Dairago e Magnago), dei Mulini (Canegrate, Legnano, Nerviano, Parabiago e San Vittore Olona), del Gelso (Marcallo con Casone, Mesero, Santo Stefano Ticino) e infine quello del Basso Olona (Pogliano, Pregnana, Rho e Vanzago).

A seguito della presentazione in numerosi incontri pubblici è emersa l'esigenza di allargare gli ambiti di interesse per una proposta più organica di valorizzazione di un territorio più vasto che abbia i confini delimitati da tre parchi regionali: il Parco del Ticino, il Parco Sud Milano e il Parco delle Groane. Ne nascerebbe un unico parco regionale di oltre 35.000ha in cui sarebbero compresi ben 11 PLIS e interesserebbe 39-42 Comuni.