I nostri obiettivi

Il neonato comitato “Salviamo il Paesaggio” si è subito proposto all’Amministrazione Comunale per la compilazione della scheda: “Il Censimento del Cemento”, prima campagna Nazionale del forum con lo scopo di fare una rilevazione sul numero delle abitazioni non utilizzate, vuote o sfitte presenti nel Comune.
Dati essenziali all’attuazione di piani urbanistici che siano tarati sui bisogni effettivi della comunità, tenendo conto dell’edilizia già esistente e dei cambiamenti sociali ed economici che stiamo vivendo. Per troppo tempo si sono messi sullo stesso piano “interessi privati” con “interessi pubblici” a scapito di una miglior valorizzazione del territorio, occorre mettere in campo politiche nuove, che prendano in considerazione la riqualificazione dei centri storici, il recupero delle case vuote e delle vecchie corti, lasciate spesso nel più totale degrado e abbandono.

Come Comitato ambientalista, vorremmo dare voce a chiunque vede il proprio territorio come un valore insostituibile, da tutelare e proteggere. Ci proponiamo di salvaguardare un ambiente che è sempre più maltrattato e in pericolo.
Oggi la nostra priorità è quella di porre fine ad una cementificazione tanto insensata quanto inutile.
Domani però, i nostri obiettivi saranno anche altri e altrettanto importanti.
Abbiamo la speranza ma soprattutto la volontà, di contribuire a migliorare la qualità della nostra vita, perché tutti noi abbiamo diritto ad una vita di qualità.

Ecco alcuni esempi di ciò che ci piacerebbe realizzare in futuro:
  • Fare in modo che venga attuata la legge 29 gennaio 1992 n. 113 “Un albero per ogni neonato”.
  • Monitorare la qualità dell’aria che respiriamo mettendo in relazione i dati ottenuti con l’aumento preoccupante di patologie, anche gravi, sul nostro territorio.
  • Riqualificare terreni abbandonati attraverso la creazione di “orti urbani” con la possibilità di coltivare frutta e verdura e sviluppare relazioni sociali.
  • Riflettere insieme all’Amministrazione sull’eventualità di entrare a far parte dei Comuni afferenti al Parco del Ticino.
  • Vigilare su eventuali richieste di installazione, nel nostro Comune, di antenne di telefonia mobile con possibili conseguenze nocive per la nostra salute.
  • Fondare gruppi di acquisto solidale, con l’opportunità di avere cibo buono e naturale a fronte di un notevole risparmio economico.
  • Informare e sensibilizzare i cittadini su tematiche ambientali e sulla tutela dei beni comuni, proponendo incontri con specialisti del settore e altri eventi collaterali legati al nostro territorio.